Gianni Baget Bozzo
Speranza
Non importa credere per sperare: del resto, uno non sa mai bene se crede o se non crede. Ma sperare, no: se uno spe­ra, lo sa. La speranza e' sempre buona. Puo' riferirsi a una cosa banale, materiale, a un oggetto in cui depositare per un mo­mento il nostro bisogno di felicita', il nostro inguaribile deside­rio di essere amati.
Gianni Baget Bozzo
Preghiera
Quando pensiamo alla preghiera, ci sovviene immedia­tamente la nostra domanda a Dio. Ma preghiera e' anche silen­zio, ascolto di Dio, lettura di pagine che ci avvicinano a lui. Preghiera e' anche ascolto di noi, ascolto della vita che pulsa in noi stessi, che emerge nei nostri desideri, nelle nostre paure.
Gianni Baget Bozzo
Carità
Sant’Agostino parago­na l’amore alla forza di gravita', allora non conosciuta come legge, ma ben sperimentata nella realta'. Dice Agostino: il mio amore e' il mio peso, da lui sono por­tato ovunque sono portato. La gravita' non si vede, si sente. Non sono le opere buone a testimoniare l’amore. L’amore e' il paradosso cristiano, e' altro da ogni opera. Se dessi i miei beni ai poveri e il mio corpo alle fiamme e non avessi l’amore, cio' a nulla vale, dice Paolo.
Gianni Baget Bozzo
Solitudine
La solitudine avvolge ognuno di noi come un manto invisi­bile e inafferrabile. Ma Dio non ci abbandona, egli non e' solo il nostro Tu, e' il nostro stesso Io. Dove e' Dio? Ovunque, diceva giustamente il catechismo. Ma l’esperienza dei cristiani ci dice che Egli e' presente non come diverso da noi, ma come noi. Come ognuno di noi, e come noi. Come persona individuale, come Chiesa universale, come comunita' umana.
Gianni Baget Bozzo
Disperazione
Non e' facile oggi essere giovani e vec­chi, non e' facile vivere, una nube di tristezza grava sul mondo. A Natale occorre fare uno sforzo per essere felici. Fatti sen­tire, Signore, nelle tante anime che, nei rallentati vincoli so­ciali, sentono crescere il peso della solitudine, fa capire alla gente che tu non li abbandoni. Tu conosci il peso della dispe­razione, che sale da tante anime, perche' Tu sei presente in quell'urlo, nell'urlo che puo' esprimere, come in un celebre quadro che annuncia il nostro secolo, l'essenza del nostro vi­vere.
La vita di Don Gianni Baget Bozzo è stata una vera avventura. Un’avventura intellettuale, politica e spirituale. Qui la trovate raccontata da lui stesso.
Leggi tutto...
In questo archivio è possibile trovare documenti di Don Gianni Baget Bozzo ormai difficilmente reperibili in libreria e sul web.
Leggi tutto...
In questa sezione vi sono: l’elenco completo dei libri scritti da Don Gianni Baget Bozzo come autore e in qualità di coautore; l’elenco delle riviste/giornali a cui ha collaborato o fondato o diretto; un elenco parziale dei contributi a Convegni o Meeting a cui ha partecipato.
Leggi tutto...
Qui sono presenti foto della vita personale e pubblica di Don Gianni Baget Bozzo e alcuni video di eventi televisivi, mediatici e di iniziative organizzate per ricordare la sua attività di intellettuale e sacerdote.
Leggi tutto...

Commenti al Vangelo della Domenica

In questa sezione sono riportati i commenti di Don Gianni Baget Bozzo sui vangeli domenicali e feste comandate del mese corrente. Il libro con i commenti dei tre anni liturgici (A,B e C) sarà prossimamente disponibile.

La nostra NewsLetter: il futuro viene dal futuro

Nella sua lunga vita di scrittore, di editorialista e di opinionista don Gianni Baget Bozzo ha approfondito moltissimi argomenti di attualità, di politica, di storia, ma, soprattutto, di religione. La newsletter a cui abbiamo dato vita vuole essere un tributo alla sua enciclopedica cultura, alla sua modernità e visione della realtà umana e divina. In ogni numero verrà affrontato un tema diverso, il primo che vi proponiamo è l’ortodossia.

NEWSLETTER n. 0 aprile 2021

Il futuro viene dal futuro Nella sua lunga vita di scrittore, di editorialista e di opinionista don Gianni Baget Bozzo […]

CENTRO STUDI DON GIANNI BAGET BOZZO

Il Centro Studi Don Gianni Baget Bozzo è un tributo alla grande figura di prete e di intellettuale che è stata e per ricordare a tutti chi era. Gianni Baget Bozzo è stato una presenza scomoda e insostituibile ovunque sia stato, in qualunque momento del periodo storico che ha vissuto e per chiunque abbia condiviso un tratto di strada con lui. Scomodo perché le sue posizioni sono state ancorate alla libertà insegnata dal Vangelo, per cui l’uomo spirituale tutto giudica e non è giudicato da nessuno. Ha quindi vissuto la libertà come un bene fondamentale, essenziale per la vita. Scomodo, ma anche insostituibile, perché chi conosceva Gianni Baget Bozzo, sapeva della sua grandissima cultura, enciclopedica e continuamente aggiornata, della sua generosità, nascosta da una parsimonia ligure, del disprezzo per la ricchezza di questo mondo, della sua affidabilità come amico, della capacità di “vedere” oltre gli avvenimenti, di capire la storia e il futuro della storia, di essere, in una parola, vero “profeta”…