Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.


Galleria fotografica
Video

Dicono di lui

Testimonianza di Claudio Leonardi

Il 28 febbraio 2009 Gianni mi ha detto al telefono: «Non durerò molto, mi sento senza forze... Mi sento tuttavia attaccato al filo della cosa politica e questo mi tiene legato alla vita. Abbiamo sempre parlato della nostra divinizzazione, ora la carne cede (lo sento per te ed anche per me) ed avverto più difficile farlo e desiderarlo: saremo uniti in eterno, spe salvi».

Testimonianza di Graziella

Ti ho incontrato la prima volta nell’agosto del 1983: avevo quasi cinquant’anni, due figli studenti e un marito professore di matematica. Ti conoscevo, però, da diversi anni come giornalista e come sacerdote impegnato e aperto tramite diversi tuoi articoli letti su La Repubblica.

Testimonianza di Alessandro Gianmoena

Parlare di don Gianni significa inoltrarsi nelle corde profonde della storia italiana repubblicana. Una vita, la sua, trascorsa nel segno della devozione al Cristo, che lo ha condotto a immergersi nelle pieghe della storia del Novecento cogliendo la sfida di coniugare la sua ferrea fede con la Tradizione e con l’evoluzione del corso della storia contemporanea dell’uomo. Don Gianni era così, uno spirito libero in comunione con Dio. Le sue scelte di vita furono alimentate dalla tensione di chi difende la Verità ispirandosi al principio cardine della libertà della persona, intesa come valore profondo e spirituale che si declina nel reale attraverso lo Spirito trascendente della Tradizione, il vero filo conduttore della storia del popolo italiano.